Costellazioni/Costellazioni estive

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Costellazioni
Hubble ultra deep field.jpg
modifica

Verso est possiamo notare il grande quadrato di Pegaso non ancora completamente visibile. Lo sarà in autunno. Poco più sopra le poche stelle della Lucertola. Lo spettacolo più bello lo abbiamo in direzione sud dove tre stelle molto brillanti formano il cosiddetto “triangolo estivo”: si tratta di Altair, la stella alfa dell’Aquila, di Vega, stella alfa della Lira e di Deneb, stella alfa del Cigno. Il Cigno può essere visto, a dispetto del suo nome, come una grande croce, per questo è anche chiamato “Croce del Nord”. Basso sull’orizzonte c’è lo Scorpione. Alle nostre latitudini ne è visibile solo una piccola parte. Verso ovest troviamo scampoli delle costellazioni primaverili che stanno lentamente scomparendo. Tra le stelle fa bella mostra di sé Arturo, una splendida gigante rossa nella costellazione di Boote. Più bassa sull’orizzonte c’è Spica, stella alfa della Vergine. Verso nord possiamo osservare ovviamente le costellazioni circumpolari. Cassiopea si mostra come una M. Quasi allo zenith c’è la testa del Drago il cui corpo si avvolge attorno all’Orsa minore. Il cielo estivo è popolato anche da molte piccole costellazioni composte da stelle deboli, come il Delfino, il Cavallino, la Volpetta e la Freccia.