Disturbi mentali/Disturbi dello spettro schizofrenico/Il disturbo psicotico indotto

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Sviluppo di un sistema delirante da parte di una persona in stretta relazione con un altro soggetto affetto da un disturbo di tipo schizofrenico.

  • Fu descritto in Francia alla fine dell’800 come folie à deux.
  • Se ne distinguono 3 sottotipi:
  1. simultanea (stesso delirio nello stesso momento)
  2. comunicata (in cui vengono condivisi aspetti del delirio)
  3. imposta (la più tipica e quella a cui si riferisce il DSM IV, dove c’è un soggetto dominante che “impone” e l’altro che “assorbe” il delirio.

Epidemiologia[modifica]

è raro e più probabile in donne e il 95% dei casi riguarda persone della stessa famiglia. Sembra che la manifestazione sia il risultato di un rapporto stretto di dipendenza reciproca tra 2 persone, dipendenza che il disturbo avrebbe la funzione di rafforzare.

Sintomatologia clinica[modifica]

il punto principale è l’accettazione del delirio di una persona dominante (spesso schizofrenica paranoie) da parte di una suggestionabile (dipendente e ipocritica). I contenuti del delirio sono in genere il suicidio o l’omicidio eventualità da indagare cautamente.

La prognosi è migliore per la persona non dominante perché in molti casi è sufficiente la sua separazione dal compagno per far scomparire la sintomatologia.

Terapia[modifica]

Consiste innanzitutto nella separazione dal partner dominante (ma realizzarla non è affatto facile, considerati i legami di familiarità spesso esistenti tra i due) con associazione di terapie psicologiche e farmacologiche come per i disturbi paranoidei.