Interlingua/Teoria/Costruzione attiva

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Ritorno a Teoria


La costruzione attiva di parole[modifica]

Quanto più trasparente è il modello derivativo di una data lingua, tanto più li­bero saràl'uso legittimo di nuove formazioni o di parole coniate per l'occasione. Se in inglese, per esempio, non esistesse alcun nome in ­ity senza un aggettivo da cui deriva (cioè se "paucity" fosse impossibile senza paucous), formazioni inverse come "strangity" e "sacrity" sarebbero meno impossibili.

Per il vocabolario internazionale la chiarezza del suo sistema derivativo è tanto importante da spingere gli autori di questo dizionario a osservare un'aderenza incondizionata al principio che nessuna parola sia qui elencata senza che abbia tutti i suoi composti, i suoi derivati e le sue formazioni che la accompagnano in una serie derivativa. Se si adotta, per esempio, l'aggettivo "marin" (marino), è possibile che ad esso si accompagni il composto "submarin" (sottomarino), il derivato "marinero" (marinaio), e la forma "mar" (mare) da cui derivano tutti.

Naturalmente non si permette che alcuna parola sia accompagnata da forme derivate non chiaramente riconoscibili come tali. L'aggettivo "marin" comporta il derivato sostantivale "marina" (la marina). Ma questa parola non compare nel dizionario come derivata da "marin" perché nessuno riconoscerebbe il si­gnificato di "marina" basandosi sulla sua somiglianza con l'aggettivo "marin" (più la finale ­a). La parola "marin" asta a sé nel vocabolario. Essa è di per sé già internazionale con il significato indicato. Al fine di permettere il funzionamento di una regola che generi parole derivate da radici, bisogna fornire una lista di affissi normalizzati, provvisti di significati normalizzati. La scelta di questi affissi è stata possibile dallo studio di tutte le forme delle famiglie etimologiche già menzionate. Ai fini di questo dizionario, tutti gli affissi qui elencati sono stati considerati attivi o autonomi, cioè ogni parola derivata ­ sebbene ricorra in una sola delle lingue contributrici ­ verrà elencata nel dizionario come se fosse stata costruita con uno d'essi applicato ad una radice pienamente internazionale. Ogni affisso attivo viene rappresentato dal dizionario da una voce separata che include un'analisi completa del suo significato o significati. Inversamente, ogni affisso rappresentato da una voce di­stinta nel dizionario viene indicato come attivo.

  • 1. a­-
  • 2. ­abile-
  • 3. ad­-
  • 4. ­ada-
  • 5. ­age-
  • 6. ­al-
  • 7. -­alia
  • 8. ­-amento
  • 9. amphi­-
  • 10. an-­
  • 11. ­an-
  • 12. ana-
  • 13. ­ano-
  • 14. ­ante-
  • 15. ante­-
  • 16. anti-
  • 17. ­antia-
  • 18. apo-­
  • 19. ­-ar
  • 20. ­-ari
  • 21. ­-ario
  • 22. ­-ata
  • 23. ­-ate
  • 24. ­-astra
  • 25. ­-astro
  • 26. ­-ation
  • 27. ­-ative
  • 28. ­-ato
  • 29. ­-ator
  • 30. ­-atori
  • 31. ­-atoria
  • 32. ­-atorio
  • 33. ­-atura
  • 34. auto­-
  • 35. cata­-
  • 36. circum­-
  • 37. co­-
  • 38. contra­-
  • 39. dia-­
  • 40. dis-­
  • 41. dys­-
  • 42. en-­
  • 43. ­ente-
  • 44. ­entia-
  • 45. epi­-
  • 46. -­eria
  • 47. -­ero
  • 48. -­esc
  • 49. ­-ese
  • 50. ­-essa
  • 51. ­-eto
  • 52. ­-etta
  • 53. ­-etto
  • 54. ex­-
  • 55. extra­-
  • 56. hyper-­
  • 57. -­ia
  • 58. ­-ian
  • 59. ­-iano
  • 60. ­-ibile
  • 61. ­-ic
  • 62. ­-ica
  • 63. ­-ico
  • 64. ­-iente
  • 65. ­-ientia
  • 66. ­-iera
  • 67. -­iero
  • 68. ­-ifere
  • 69. -­ific
  • 70. -ificar
  • 71. -­imento
  • 72. -in­
  • 73. -­in
  • 74. -­ina
  • 75. inter­-
  • 76. intra-­
  • 77. intro­-
  • 79. -­isar
  • 80. -­ismo
  • 81. -­issime
  • 82. ­-issimo
  • 83. ­-ista
  • 84. -­ita
  • 85. -­itate
  • 86. -­ite
  • 87. ­-ition
  • 88. -­itis
  • 89. -­itive
  • 90. -­itor
  • 91. -­itori
  • 92. -­itoria
  • 93. ­-itorio
  • 94. ­-itude
  • 95. ­-itura
  • 96. ­-ive
  • 97. meta-­
  • 98. mis-­
  • 99. non­-
  • 100. ­-oide
  • 101. ­-or
  • 102. ­-ori
  • 103. ­-orio
  • 104. ­-ose
  • 105. ­-osis
  • 106. ­-otic
  • 107. para-­
  • 108. per­-
  • 109. peri-­
  • 110. post­-
  • 111. pre­-
  • 112. pro­-
  • 113. re­-
  • 114. retro-­
  • 115. sub­-
  • 116. super-­
  • 117. syn­-
  • 118. trans-­
  • 119. ultra­-
  • 120. ­-ura
  • 121. vice-­

Per quanto riguarda i composti, ogni derivazione viene considerata attiva (o autonoma) se ciascuno degli elementi che costituiscono il composto ricorrono in altri composti di piena internazionalità, che perciò serviranno come modelli. Le parole internazionali "telegraphia" e "microscopio" possono introdurre nel vocabolario internazionale una derivazione come "micrographia" come un composto logico che si spiega da sé a condizione che sia riscontrabile in alme­no una delle lingue contributrici.

I composti così intesi includono il tipo "portamoneta", che consiste di una for­ma verbale (convenientemente descritta come un infinito privato della ­r), più un sostantivo. Il significato del composto segue il modello "cosa o persona che esercita l'azione espressa dal primo elemento in riferimento all'oggetto rappre­sentato dal secondo elemento". Il secondo elemento potràessere al singolare o al plurale, a seconda del senso o degli usi nelle lingue di riferimento. In "guardacostas" (guardia costiera) il secondo elemento è al plurale. La plura­lizzazione del composto non produce una forma distinta. Le "guardie costiere" è sempre guardacostas. L'inclusione di tutti i tipi di composti nel dizionario non è stato ampliato fino alla totalità dei derivati tramite affissi.