Costellazioni/Introduzione

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Costellazioni
Hubble ultra deep field.jpg
modifica

Le costellazioni sono dei raggruppamenti di stelle volti a rappresentare cose note, come animali, eroi o oggetti, creati in base alla fantasia di un singolo o di un popolo, allo scopo di facilitare l'esplorazione visuale della volta celeste e di migliorare l'orientamento di notte, specie in alto mare.

Le costellazioni sono complessivamente 88; quelle che effettivamente possono essere viste dall'Italia completamente sono circa 60, ma la loro visibilità dipende dalla latitudine dalla quale si osserva. Nei seguenti capitoli (tranne quello delle costellazioni australi) sono descritte le costellazioni visibili ad una latitudine media italiana, 42° N, cioè la latitudine di Roma. Nel capitolo costellazioni australi sono invece descritte quelle visibili dell'emisfero sud.

Si tenga presente che una divisione rigida non è comunque possibile, a causa delle elongazioni delle costellazioni stesse, così alcune di quelle descritte come osservabili (es. Capricorno, Scorpione ecc...) sono in realtà visibili solo molto basse sull'orizzonte, così come alcune descritte come australi (come il Centauro) sono parzialmente visibili.

In linea di massima si tenga presente che su orizzonti sgombri da qualsiasi ostacolo e con cieli particolarmente tersi è possibile scorgere, dalla latitudine di Roma, stelle fino a una latitudine di circa -48° S.