Inform e Glulx/appendici/Appendice D - La soluzione di Ruins/parte1

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Appendice D - La soluzione di Ruins (parte 1)[modifica]

Dopo giorni di inutili ricerche, passati senz'acqua attraversando i rovi della foresta, alla fine la tua pazienza è stata ricompensata: hai fatto una scoperta!



'''RUINS'''
Un esempio di lavoro interattivo.
Copyright (c) 1999 di Graham Nelson.
Traduzione e adattamenti di Vincenzo Scarpa e Raffaello Valesio (c) 2002-2003 su permesso dell'autore.



Versione 1 -- Numero di serie 041109
Inform v6.30 -- Libreria 6/11  --  Infit v2.5    S



'''Il Grande Altopiano'''
I tuoi appunti menzionano qualcosa circa questa bassa scarpata di calcare, ma la foresta pluviale ne ha rivendicato il possesso. Cupi ulivi crescono ovunque, e una pioggia appena smessa riempie l'aria con una calda nebbia bagnata.
La "Struttura 10" è un cumulo di materiali da costruzione, che una volta avrebbero potuto costituire una piramide sepolcrale, ma della quale ora nulla rimane, eccetto alcuni gradini scolpiti nella nuda roccia che portano giù, nell'oscurità.

Un fungo macchiato cresce dalla terra fradicia, su un gambo lungo. 

La tua cassa d'imballaggio giace qui, pronta per contenere eventuali scoperte di alto valore culturale da riportare alla civiltà.


>E 
La foresta pluviale è fitta, e non l'hai attraversata per giorni e giorni per rinunciare alla tua scoperta proprio ora. Hai bisogno di raccogliere un po' di manufatti da riportare alla civiltà, prima di abbandonare la spedizione.


>SU
Gli alberi sono coperti di spine e ti ridurresti le mani a brandelli.


>ESAMINA LA CASSA 
Dentro la cassa d'imballaggio vedi una macchina fotografica a lastre e un giornale di un mese fa. 


>ESAMINA LA MACCHINA 
È un ingombrante, robusto e tenace modello di macchina fotografica a lastre con la struttura di legno: come tutti gli archeologi, le sei particolarmente affezionato.


>PRENDI LA MACCHINA 
Presa. 


>PRENDI IL GIORNALE 
Preso. 


>LEGGI IL GIORNALE 
Il "Times" del 26 febbraio 1938, che si è subito bagnato e stropicciato dopo essere stato esposto per un mese a questo clima, più o meno come ti senti tu ora. Forse c'è la nebbia a Londra. Forse ci sono le bombe. 


>ESAMINA LA STRUTTURA 
Le macerie ostruiscono il passaggio dopo appena pochi passi.


>ESAMINA IL FUNGO
Il fungo è ricoperto da delle macchie e non sei del tutto sicuro che non sia velenoso.


>PRENDI IL FUNGO
Hai raccolto abilmente il fungo, senza staccarlo dal suo gambo sottile.


>MANGIA IL FUNGO 
Lo sgranocchi ad un angolo, incapace di capire l'origine di un gusto così acre, distratto dal volo di un macao sopra la tua testa che sembra quasi un'esplosione nel sole. Il battito delle sue ali è quasi assordante e delle pietre crollano una sull'altra. 


>ESAMINA LA STRUTTURA 
Dei gradini rotti e logori conducono verso una sala poco illuminata. Potresti essere la prima persona a mettervi piede dopo cinquecento anni. Sul primo gradino è inscritto il simbolo Q1. 


>I 
Stai portando:
  un giornale di un mese fa 
  una macchina fotografica a lastre 
  il dizionario maya di Waldeck
  una lampada al sodio 
  la mappa di Quintana Roo


>ESAMINA IL DIZIONARIO 
Compilata dall'inaffidabile litografia del leggendario narratore ed esploratore "Conte" Jean Frederic Maximilien Waldeck (1766??-1875), questa guida contiene quel poco che si conosce sui simboli usati nell'antico dialetto locale.


>CERCA Q1 NEL DIZIONARIO 
(Questo è uno dei simboli che hai annotato!) 
Q1: "luogo sacro".


>ESAMINA LA MAPPA 
Questa mappa evidenzia meglio il ruscello che ti ha portato qui, al di là del confine meridionale del Messico, nella più profonda foresta pluviale, interrotta solo da questo altopiano.


>GIÙ


'''La Sala Quadrata''' 
Sei in una sala di pietra oscura e profonda, larga circa dieci metri. Un raggio di sole, proveniente dalla cima della scalinata, la illumina diffusamente, ma le ombre del livello più basso rivelano dei passaggi verso est e sud, che conducono verso la più profonda oscurità del Tempio.

Delle iscrizioni scolpite riempiono le pareti, il pavimento e il soffitto. 


>ESAMINA LE ISCRIZIONI 
Ogni volta che le osservi attentamente sembrano essere ferme. Ma hai la spiacevole sensazione che, quando distogli lo sguardo, ti si muovano velocemente intorno. Ci sono due simboli predominanti: una freccia e un cerchio. 


>CERCA FRECCIA NEL DIZIONARIO 
Freccia: "viaggio; divenire". 


>CERCA CERCHIO NEL DIZIONARIO 
Cerchio: "il Sole; anche la vita, l'arco della vita". 


>E


'''Tana Del Verme''' 
Un groviglio di cunicoli disordinati come una ragnatela si dirige verso le fessure tra le pietre. I soli abbastanza larghi da poterci strisciare dentro sono quelli che si dirigono verso l'alto, a nordest e a sud.

Un bozzolo bianco e scintillante, grande come un pallone da spiaggia, è appiccicato alla fessura di una parete.


>PRENDI IL BOZZOLO
Bleah!


>O


'''La Sala Quadrata'''
 
Delle iscrizioni scolpite riempiono le pareti, il pavimento e il soffitto.


>POSA IL BOZZOLO NEL RAGGIO 
Lasci cadere il bozzolo nel bagliore solare. Ribolle oscenamente, si dilata e poi scoppia. Centinaia di piccoli insetti corrono in tutte le direzioni nell'oscurità; gli spruzzi di melma e una curiosa chiave di pietra gialla sono tutto ciò che rimane sul pavimento. 


>PRENDI LA CHIAVE 
Presa. 


>S


'''Oscurità''' 
L'oscurità intorno a te è opprimente e ti senti quasi soffocare.

Da qualche parte, dei piccoli artigli si stanno muovendo velocemente. 


>N 


'''La Sala Quadrata''' 

Delle iscrizioni scolpite riempiono le pareti, il pavimento e il soffitto. 


>ACCENDI LA LAMPADA
La lampada deve essere ben posizionata prima di essere accesa. 


>POSA LA LAMPADA 
Posata. 


>ACCENDI LA LAMPADA 
Hai acceso la lampada al sodio. 


>SPINGI LA LAMPADA A SUD


'''Corridoio in pendenza''' 
Un corridoio basso e squadrato va da nord verso sud, inclinandosi verso la fine.

Il passaggio è bloccato da una massiccia porta di pietra gialla. 

C'è una preziosa statuetta maya qui! 


>APRI LA PORTA 
Sembra essere chiusa a chiave. 


>APRI LA PORTA CON LA CHIAVE 
Ora la porta non è più chiusa a chiave. 


>APRI LA PORTA 
Ora hai aperto la porta di pietra. 


>ESAMINA LA STATUETTA 
È una statuetta minacciosa di uno spirito pigmeo di aspetto quasi grottesco. Ha un serpente intorno al collo. 


>PRENDI LA STATUETTA
Questi sono gli anni '30 e non i tempi andati. Prendere un manufatto senza prima registrarlo equivale a un saccheggio.


>POSA TUTTO ECCETTO LA MACCHINA 
chiave di pietra: Posata. 
giornale di un mese fa: Posato. 
dizionario maya di Waldeck: Posato. 
mappa di Quintana Roo: Posata. 


>FOTOGRAFA LA STATUETTA 
Prepari l'elefantiaca macchina fotografica a lastre, sistemi la lampada al sodio e metti pazientemente in posa la statuetta pigmea. 


>PRENDI LA STATUETTA, IL GIORNALE E IL DIZIONARIO 
statuetta pigmea: Presa. 
giornale di un mese fa: Preso. 
dizionario maya di Waldeck: Preso. 


>N


'''La Sala Quadrata''' 

Delle iscrizioni scolpite riempiono le pareti, il pavimento e il soffitto.


>SU


'''Il Grande Altopiano''' 

La tua cassa d'imballaggio giace qui, pronta per contenere eventuali scoperte di alto valore culturale da riportare alla civiltà. 


>POSA LA STATUETTA NELLA CASSA 
Depositata al sicuro! 
[Il tuo punteggio è appena aumentato di cinque punti.]


>GIÙ


'''La Sala Quadrata''' 

Delle iscrizioni scolpite riempiono le pareti, il pavimento e il soffitto.

>S


'''Corridoio in pendenza'''
 
La grande porta di pietra gialla è aperta. 

La lampada al sodio, posata a terra, si sta lentamente consumando. 

Puoi anche vedere la mappa di Quintana Roo e una chiave di pietra qui.

 
>SPINGI LA LAMPADA A SUD