Napoletano/Aggettivi

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Aggettivi[modifica]

Come nelle altre lingue romanze, gli aggettivi in Napoletano terminano in modo diverso a seconda del genere e del numero del sostantivo a cui essi si riferiscono.

genere singolare plurale
maschile -o -e
femminile -a -e
neutro -o -e

Nella maggior parte dei casi, gli aggettivi si accordano con il sostantivo a cui si riferiscono, per esempio: 'a scigna janca (la scimmia bianca).

Aggettivi possessivi[modifica]

Napoletano Italiano
singolare maschile mio
tuio, tujo
suio, sujo
nuosto
vuosto
mio
tuo
suo
nostro
vostro
singolare femminile mia
toia, toja
soia, soja
nosta
vosta
mia
tua
sua
nostra
vostra
plurale maschile mieie, mieje
tuoie, tuoje
suoie, suoje
nuoste
vuoste
miei
tuoi
suoi
nostri
vostri
plurale femminile meie, meje
toie, toje
soie, soje
noste
voste
mie
tue
sue
nostre
vostre
3ª persona plurale llòro loro

Gli aggettivi possessivi vengono usati in napoletano sempre dopo il verbo.

Esempio: 'A casa mia (la mia casa).

Una particolarità del napoletano, comune ad altri dialetti meridionali, è la fusione dell'aggettivo possessivo col sostantivo di riferimento.

Esempio: mammema per mia madre; fratemo per mio fratello; sòcrema o gnòrema (molto più comune) per mia suocera; sòrema per mia sorella e sòreta per tua sorella. Le "e" interne di queste parole sono tutte mute.

La regola vale per le parole che indicano rapporti di parentela e deriva probabilmente dal greco (agapèmo per amore mio).

L'aggettivo "altrui" dell'italiano è reso, in napoletano, con l'espressione: 'e ll'ate.

Esempio: 'E diebbete 'e ll'ate (I debiti altrui).

Aggettivi dimostrativi[modifica]

I pronomi dimostrativi sostituiscono i sostantivi quando questi sono interpretabili dal contesto.

Napoletano Italiano
chillo/chillu - chella quello-a
chille/chilli - chelle/chelli quei/quegli - quelle
chisto ('sto) - chistu ('stu) / chesta ('sta) questo/a
chisti ('sti) / chesti ('ste - 'sti) questi/e