Sloveno/Avverbio

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

L'avverbio è una delle parti non flessibili del discorso. Costituisce un'eccezione nell'ambito di questo gruppo, in quanto alcuni avverbi si possono comparare, ad esempio dobro, bolje, najbolje (bene, meglio, nel modo migliore).

Lo sloveno prevede i seguenti avverbi: avverbio di luogo, di tempo, di qualifica e di causa.

Avverbi di luogo[modifica]

Gli avverbi di luogo specificano il luogo dove si svolge l'azione, più precisamente la posizione e la direzione. Rispondono alle domande dove (stato)? dove (moto)? da dove? a dove? per dove? In effetti, la difficoltà maggiore nello studio degli avverbi sta proprio nella distinzione tra stato e luogo, assente nella lingua italiana. Per esempio diciamo "a casa" sia per dire "(sono) a casa" che "(vado) a casa", mentre la traduzione slovena è "(sem) doma" e "(grem) domov". La tabella seguente, non esaustiva, riporta le diverse forme per gli stessi avverbi, condizionati dalla situazione di stato o di moto. (Nota: gli accenti sono un aiuto per la corretta lettura e non vanno scritti; le desinenze tra parentesi indicano due possibilità di espressione, ad esempio gor equivale a gòri.)

kje? (dove è?) = stato significato kam? (dove va?) = moto
tùkaj, tam qua, là sem, tja
nekjè, drugjè, nikjèr, kjerkòli da qualche parte, da un'altra parte, da nessuna parte, in qualsiasi luogo nekòd, drugòd, nikòder, kàmorkòli
domà, zdòma a casa, fuori casa domòv, zdòma
zgòraj, spòdaj, sprèdaj, zàdaj sopra, sotto, davanti, dietro gor(i), dol(i), spred(aj), zad(aj)

Avverbi di tempo[modifica]

Per gli avverbi di tempo valgono pressappoco le regole della lingua italiana. Gli interrogativi a cui rispondono sono quando? da quanto tempo? fino a quando?. Esempi: dànes (oggi), odslèj (da ora in poi), doklèr (finché).

Avverbi di qualifica[modifica]

Gli avverbi di qualifica sono quelli che indicano modalità, quantità o misura. Gli interrogativi a cui rispondono sono come? quanto? quante volte? in quale circostanza? in quanti casi? Esempi: zamàn (invano), velìko (molto), popòlnoma (del tutto), pogòsto (spesso), zòpet (nuovamente).

Avverbi di causa[modifica]

Gli avverbi di causa indicano concessione, condizione o intento. Gli interrogativi a cui rispondono sono perché? a che scopo? riguardo a che cosa? nonostante che cosa?. Esempi: skrivàj (di nascosto), nalàšč (apposta), nehotè (involontariamente), počèz (di traverso).