Sloveno/Numerale cardinale e ordinale

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

I numerali cardinali ed i numerali ordinali della lingua slovena corrispondono in generale a quelli della lingua italiana.

Numerali cardinali[modifica]

La grande differenza tra l'italiano e lo sloveno sta nel fatto che i numerali cardinali sloveni sono parti flessibili del discorso, vanno dunque declinati e diversificati per genere, il che li rende molto ostici allo studente straniero. Oltre a ciò esistono anche altre differenze, non ultima la costruzione stessa del vocabolo di un numerale.

Il vocabolo[modifica]

I primi venti numeri e tutte le decine (cioè multipli di dieci) fino a cento sono vocaboli semplici (cioè non composti). I numeri dal ventuno al novantanove sono parole composte, ma in ordine opposto all'italiano, cioè non decina+unità, bensì unità+congiunzione in (e)+decina. Dal centouno in poi i vocaboli si formano analogamente a quelli italiani, mantenendo però la forma decina+unità prevista nei numerali fino a 99, per cui risulta la formazione tipo centinaia+unità+decine.

Tisoč (mille) e milijon (milione) sono vocaboli semplici ed indeclinabili, tuttavia vengono declinati come regolari sostantivi maschili quando significano "migliaio" e "milionata".

Milijarda (miliardo) è vocabolo semplice, regolarmente declinabile come sostantivo della prima declinazione.

Esempi:

  • sedem, deset, petnajst (sette, dieci, quindici)
  • petindvajset, sedeminosemdeset, triindevetdeset (venticinque, ottantasette, novantatré)
  • sto dvaintrideset, tristo osemnajst, osemsto devetinpetdeset (centotrentadue, trecentodiciotto, ottocentocinquantanove)
  • tri tisoč petsto petdeset (3.550), dva milijona tristo osemnajst tisoč sto dvanajst (2.318.112), dve milijardi dvesto enajst milijonov osemsto šestinšestdeset tisoč devet (2.211.866.009).

Nota[modifica]

I numerali fino a cento e le centinaia (ossia i multipli di cento) si scrivono attaccati, come in italiano, cioè formando una sola parola, esempio oseminštirideset, šeststo (quarantotto, seicento). Tutti gli altri numerali rimangono parole singole, esempio sedem milijonov tristo petinsedemdeset tisoč devetsto šestnajst (7.375.916). Comprensibilmente, fanno eccezione gli importi su conti correnti, vaglia e simili, dove è richiesta la scrittura attaccata..

Relazione con il sostantivo[modifica]

Il numerale en, ena, eno (uno, una, uno) ha tutte le caratteristiche di un aggettivo qualificativo al singolare e come tale si declina. Il numerale dva, dve, dve (due) ha tutte le caratteristiche di un aggettivo qualificativo al duale e come tale si declina. I numerali tri (tre) e štiri (quattro) hanno tutte le caratteristiche di un aggettivo qualificativo al plurale e come tale si declinano.

I numerali da pet (cinque) in poi hanno un particolare uso sostantivale per il primo ed il quarto caso, mentre negli altri casi si declinano come aggettivi qualificativi. Per un'esauriente spiegazione va premesso che un sostantivo che significa una quantificazione richiede il genitivo dell'oggetto quantificato, ad esempio krožnik juhe (un piatto di brodo), koš cvetja (un cesto di fiori), zborovanje politikov (un'assemblea di politici). Come infatti si può notare, mentre in italiano si fa uso della preposizione "di", in sloveno si usa il genitivo. Analogamente, i numerali dal cinque in poi, essendo usati come sostantivi, richiedono il genitivo del sostantivo a cui si accompagnano, sebbene limitatamente al primo ed al quarto caso. La loro declinazione negli altri casi è come quella dei numerali tri e štiri. Per esempio Mizar je obljubil popraviti dve mizi in deset stolov, a se je ustavil pri šestem stolu. (Il falegname aveva promesso di riparare due tavoli e dieci sedie, ma si è fermato alla sesta sedia.), dove dve mizi (quarto caso) e pri šestem stolu (quinto caso) seguono la declinazione normale, mentre deset stolov si compone dal numerale+sostantivo al secondo caso.

Da tenere presente che quando il numerale fa parte del soggetto della frase, anche il predicato viene adeguato a questa regola, ed il verbo si pone al singolare in quanto grammaticalmente dipendente dal numerale sostantivato, non dagli oggetti enumerati che si trovano al secondo caso. Si dice perciò

  • Tri dekleta hodijo. (Tre ragazze camminano.), ma Pet deklet hodi. (Cinque ragazze camminano.),
  • Dve knjigi sta bili v torbi. (Due libri erano nella borsa.), ma Enajst knjig je bilo v torbi. (Undici libri erano nella borsa.) Nell'ultima frase, notare il genere neutro del verbo, sebbene si tratti di tanti oggetti femminili (i libri), ma grammaticalmente je bilo si riferisce a enajst.

Esempio: Tukaj stanuje ena oseba, stanujeta dve osebi, stanujejo tri osebe, stanujejo štiri osebe, stanuje pet oseb, stanuje sto oseb, stanuje dvesto triindvajset oseb. (Qui abita una persona, abitano due persone, abitano tre persone, abitano quattro persone, abitano cinque persone, abitano cento persone, abitano 223 persone.)

Particolarità[modifica]

Analogamente ad alcuni sostantivi della prima declinazione maschile, i numerali tri e štiri, quando usati in modo aggettivale, solo per il primo caso maschile assumono la forma trije e štirje

Sto, tisoč, milijon[modifica]

Quando il numerale è costituito da sto (cento) oppure tisoč (mille) più en, ena, eno (uno), dva, dve, dve (due), tri o štiri, per esempio tisoč en (milleuno), sto dve (centodue), il sostantivo si uniforma alla flessione di en/dva/tri/štiri. Si dice perciò

  • Dvesto delavcev je izgubilo službo. (Duecento lavoratori hanno perso il lavoro.), ma Dvesto en delavec je izgubil službo. (Duecentouno lavoratori hanno perso il lavoro.), Dvesto dva delavca sta izgubila službo. (Duecentodue lavoratori hanno perso il lavoro.), Dvesto trije/štirje delavci so izgubili službo. (Duecentotré/quattro lavoratori hanno perso il lavoro.), Dvesto pet delavcev je izgubilo službo. (Duecentocinque lavoratori hanno perso il lavoro.)
  • Tri tisoč izdelkov je šlo v prodajo. (Tremila prodotti sono stati venduti.), ma Tri tisoč en izdelek je šel v prodajo. (Tremilauno prodotti sono stati venduti.), Tri tisoč dva izdelka sta šla v prodajo. (Tremiladue prodotti sono stati venduti.), Tri tisoč trije/štirje izdelki so šli v prodajo. (Tremilatré/quattro prodotti sono stati venduti.), Tri tisoč pet izdelkov je šlo v prodajo. (Tremilacinque prodotti sono stati venduti.)
  • Tisoč strani sem napisal. (Mille pagine ho scritto.), ma Tisoč eno stran sem napisal. (Milleuno pagine [anche: mille e una pagina] ho scritto.), Tisoč dve strani sem napisal. (Mille due pagine ho scritto.), Tisoč tri/štiri strani sem napisal. (Ho scritto milletré/quattro pagine.), Tisoč pet strani sem napisal. (Ho scritto millecinque pagine.)
  • Sto hiš sem obiskal. (Cento case ho visitato.), ma Sto eno hišo sem obiskal. (Centouna casa ho visitato.), Sto dve hiši sem obiskal. (Centodue case ho visitato.), Sto tri/štiri hiše sem obiskal. (Centotré/quattro case ho visitato.), Sto pet hiš sem obiskal. (Centocinque case ho visitato.)
  • Odplul je s sto ladjami. (Partì con cento navi.), ma Odplul je s sto eno ladjo. (Partì con centouno navi [anche: cento e una nave].), Odplul je s sto dvema ladjama. (Partì con centodue navi,), Odplul je s sto tremi/štirimi ladjami. (Partì con centotré/quattro navi), Odplul je s sto petimi ladjami. (Partì con centocinque navi.)
  • Zmagal je s pet tisoč glasovi. (Vinse con cinquemila voti.), ma Zmagal je s pet tisoč enim glasom. (Vinse con cinquemilauno voti.), Zmagal je s pet tisoč dvema glasovoma. (Vinse con cinquemiladue voti.), Zmagal je s pet tisoč tremi/štirimi glasovi. (Vinse con cinquemilatré/quattro voti.), Zmagal je s pet tisoč petimi glasovi. (Vinse con cinquemilacinque voti.)

Il numerale tisoč, come sopra detto, è indeclinabile, e lo sono anche i suoi multipli. Richiede il verbo nella terza persona singolare neutra, per esempio

  • Tisoč dijakov je hodilo po ulici. (Mille studenti camminavano per la strada.)
  • Sedem tisoč delavcev se je zbralo pred tovarno. (Settemila operai si riunirono davanti la fabbrica.)
  • Dva tisoč revežem so razdelili podporo. (A duemila poveri hanno distribuito un sussidio.)
  • Z deset tisoč evri kupim avto. (Con diecimila euro acquisto un'auto.)
  • Govorimo o dvajset tisoč dolarjih. (Parliamo di ventimila dollari.)

Tisoč ha anche un uso sostantivale se il significato è "un migliaio", e l'ultima frase si potrebbe tradurre anche così: Govorimo o dvajsetih tisočih dolarjev. (Parliamo di venti migliaia di dollari.)

Molto simile è il numerale milijon, indeclinabile ma flessibile per numero. Se usato per il primo e quarto caso, il sostantivo (o pronome) che segue va al genitivo plurale. Se usato per gli altri casi, questi si evidenziano appunto solo nel sostantivo (o pronome) che segue. Se preceduto da altro numerale (due milioni, cinque milioni), milijon assume la forma sostantivale e si declina come un normale sostantivo maschile, mentre il sostantivo (o pronome) che segue va al genitivo plurale, per esempio

  • Milijon prebivalcev se je preselilo. (Un milione di abitanti si sono trasferiti.)
  • Darila so porazdelili milijon otrokom. (I regali sono stati distribuiti ad un milione di bambini.)
  • Govorimo o dveh milijonih dolarjev in o petih milijonih evrov. (Parliamo di due milioni di dollari e di cinque milioni di euro.)
  • Pogozdili so deželo z milijon smrekami in s sedmimi milijoni borovcev. (Hanno rimboscato la regione con un milione di abeti e sette milioni di pini mughi.)

Riepilogando, milijon resta sempre uguale al singolare, dove i casi si esplicitano nel sostantivo o pronome che segue (al secondo, terzo, quinto e sesto caso nelle rispettive forme, al primo e quarto caso nella forma del genitivo plurale). Diventa invece un normale sostantivo maschile se usato al plurale, cioè per più di un milione, e come sostantivo prende la forma richiesta dal numerale precedente (dva milijona, osem milijonov), e richiede il genitivo plurale del sostantivo che segue.

Milijarda è equiparabile ad uno dei numerali collettivi italiani e si potrebbe ritenere sostantivo, dato che ne segue la declinazione (la prima), per esempio

  • Z milijardo dolarjev si lahko kupiš ves svet. (Con un miliardo di dollari puoi comprarti tutto il mondo.)
  • Proračun ni predvidel dveh milijard tolarjev primanjkljaja. (Il bilancio preventivo non prevedeva due miliardi di talleri di ammanco.)
  • Štirim milijardam izdelkov so prepovedali izvoz. (A quattro miliardi di prodotti è stata proibita l'esportazione.)
  • Z desetimi milijardami bakterij so pridobili dovolj cepiva. (Con dieci miliardi di batteri è stato ottenuto sufficiente vaccino.)

Numerali ordinali[modifica]

A eccezione dei primi quattro, cioè prvi, prva, prvo (primo, prima), drugi, druga, drugo (secondo, seconda), tretji, tretja, tretje (terzo, terza), e četrti, četrta, četrto (quarto, quarta), i numerali ordinali si formano aggiungendo la desinenza –i, -a, -o al numerale cardinale, ad esempio deveti dan, dvanajsti mesec, dvestotriindvajseta stran, stopetintrideseta beseda, devetnajsto stoletje, dvaindvajseto poglavje (il nono giorno, il dodicesimo mese, la 223ma pagina, la 135ma parola, il quindicesimo secolo, il 22° capitolo). Da ricordare sedmi, sedma, sedmo e osmi, osma, osmo, dove sedem ed osem perdono la e semisuono (come talvolta gli aggettivi ed i sostantivi). Per i numerali stoti, -a, -o e milijonti -a, -o è stato necessario inserire una –t- tra il cardinale e la desinenza; nel caso di milijardni, -a, -o è stata aggiunta una -n-.

I numerali ordinali sono aggettivi ad ogni effetto e come tali vanno declinati.

Le frazioni[modifica]

Si menzionano qui le frazioni solo perché in italiano vengono formate con i numerali ordinali, ma nella lingua slovena non sono numerali. Sebbene infatti si formino con il numerale cardinale ed il suffisso –ina (-inka per le frazioni di tempo), sono regolari sostantivi della prima declinazione femminile.