Elettronica pratica/Impedenza

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Introduzione
  1. Scopo di questo libroElettronica pratica/Scopo
  2. PrerequisitiElettronica pratica/Prerequisiti
  3. PrefazioneElettronica pratica/Prefazione
Capitolo 1. Basi di elettrotecnica
  1. Carica elettrica e legge di CoulombElettronica pratica/Carica elettrica e legge di Coulomb
  2. Celle elettricheElettronica pratica/Celle elettriche
  3. ResistoriElettronica pratica/Resistori
  4. CondensatoriElettronica pratica/Condensatori
  5. InduttoriElettronica pratica/Induttori
  6. PileElettronica pratica/Pile
  7. Altri componentiElettronica pratica/Altri componenti
  8. Leggi delle tensioni e correnti CCElettronica pratica/Leggi delle tensioni e correnti CC
  9. Analisi nodaleElettronica pratica/Analisi nodale
  10. Analisi di reteElettronica pratica/Analisi di rete
  11. Circuiti equivalenti Thevenin e NortonElettronica pratica/Circuiti equivalenti Thevenin e Norton
  12. Analisi circuitale in CCElettronica pratica/Analisi circuitale in CC
  13. Strumenti di misuraElettronica pratica/Strumenti di misura
  14. Rumore nei circuiti elettroniciElettronica pratica/Rumore nei circuiti elettronici
Capitolo 2. Circuiti in CA
  1. Corrente e tensione in CAElettronica pratica/Corrente e tensione in CA
  2. FasoriElettronica pratica/Fasori
  3. ImpedenzaElettronica pratica/Impedenza
  4. Stato stazionarioElettronica pratica/Stato stazionario
Capitolo 3. Analisi transitoria
  1. Circuito RCElettronica pratica/Circuito RC
  2. Circuito RLCElettronica pratica/Circuito RLC
Capitolo 4. Circuiti analogici
  1. Circuiti analogiciElettronica pratica/Circuiti analogici
  2. Valvole elettronicheElettronica pratica/Valvole elettroniche
  3. DiodiElettronica pratica/Diodi
  4. AmplificatoriElettronica pratica/Amplificatori
  5. Amplificatori operazionaliElettronica pratica/Amplificatori operazionali
  6. Moltiplicatori analogiciElettronica pratica/Moltiplicatori analogici
Capitolo 5. Circuiti digitali
  1. Circuiti digitaliElettronica pratica/Circuiti digitali
  2. Algebra BooleanaElettronica pratica/Algebra Booleana
  3. TTLElettronica pratica/TTL
  4. CMOSElettronica pratica/CMOS
  5. Circuiti integratiElettronica pratica/Circuiti integrati
Elementi dei circuiti digitali
  1. TransistoreElettronica pratica/Transistore
  2. Porte logiche fondamentaliElettronica pratica/Porte logiche fondamentali
  3. Flip-FlopElettronica pratica/Flip-Flop
  4. ContatoriElettronica pratica/Contatori
  5. SommatoriElettronica pratica/Sommatori
  6. MultiplatoriElettronica pratica/Multiplatori


Architettura dei computer
  1. RAM e ROMElettronica pratica/RAM e ROM
  2. RegistriElettronica pratica/Registri
  3. ALUElettronica pratica/ALU
  4. Unità di controlloElettronica pratica/Unità di Controllo
  5. I/O
Convertitori A/D e D/A
  1. Conversione A/D e D/AElettronica pratica/Conversione A/D e D/A
Appendice
  1. DefinizioniElettronica pratica/Definizioni
  2. FormuleElettronica pratica/Formule
  3. Passo di elaborazioneElettronica pratica/Passo di elaborazione (da collocare)

Forse nella formula della reattanza capacitiva manca il segno - ...Zc=-1/jwc

Definizione[modifica]

L'impedenza, è la quantità che mette in relazione la tensione e la corrente nel dominio della frequenza. L'impedenza è un rapporto tra fasori, ma non è un fasore!! Mentre per i fasori utilizziamo un trattino o una freccia, per l'impedenza spesso viene usato un puntino...

In forma rettangolare,

dove è la resistenza e è la reattanza. L'impedenza è generalmente una funzione della frequenza, cioè,

Nota:

In cui è la frequenza in cicli al secondo ( solitamente f=50 0 60 Hertz, e dipende dal paese preso in considerazione. I sistemi aeronautici spesso usano 400 Hertz.)

Reattanza[modifica]

"Reattanza" (symbol ) è la resistenza al flusso di corrente di un elemento circuitale che può immagazzinare energia (p.es. un condensatore oppure un induttore), ed è misurata in ohm.

La reattanza di un induttore di induttanza (in Henry), attraverso il quale scorre una corrente alternata di pulsazione è data da

La reattanza di un condensatore di capacità ( in Farad) e data similarmente da:

Le due formule per la reattanza induttiva e per la reattanza capacitiva danno origine a dei contrasti interessanti. Si noti che per la reattanza induttiva, come la frequenza della corrente alternata aumenta, così aumenta la reattanza. Pertanto, le frequenze più alte danno luogo a correnti più basse. L'opposto è vero per la reattanza capacitiva. Più elevata è la frequenza della C.A., minore è la reattanza che un condensatore presenta.

Resistori[modifica]

I resistori hanno reattanza zero, giacché non immagazzinano energia, cosicché la loro impedenza è semplicemente

Condensatori[modifica]

I condensatori hanno resistenza zero, ma hanno della reattanza. La loro impedenza è

dove "C" è la capacità in Farad. La reattanza di un microfarad a 50 Herz è -3183 ohm, e a 60 Herz è -2652 ohm.

Induttori[modifica]

Alla stregua dei condensatori, gli induttori hanno resistenza zero, ma hanno della reattanza. La loro impedenza è

dove L è l'induttanza in Henry. La reattanza di un Henry a 50 Hertz è di 314 ohm, ed a 60 Hertz è di 377 ohm.

Analisi circuitale con l'uso della impedenza[modifica]

L'analisi nel dominio della frequenza procede esattamente come l'analisi in corrente continua, ma ora tutte le correnti e le tensioni sono fasori (e pertanto hanno un angolo). L'impedenza è trattata esattamente come un resistore, ma essa pure è un fasore ( ha una componente immaginaria relazionata all'angolo nella sua rappresentazione).

( nel caso in cui un circuito contenga delle sorgenti di frequenze differenti, si deve ricorrere al principio della sovrapposizione)

Si noti che questa analisi si applica solamente alle risposte in regime stazionario dei circuiti. Per i circuiti con caratteristiche transitorie, i circuiti devono venire analizzati nel dominio della analisi di Laplace, pure nota analisi nel dominio-s (campo complesso).