Taumaturgia messianica/Capitolo 32

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Il ragazzo indemoniato (Matteo 17:14-20)[modifica]

Gesù guarì poi un ragazzo posseduto da un demonio:

« Appena ritornati presso la folla, si avvicinò a Gesù un uomo che, gettatosi in ginocchio, gli disse: "Signore, abbi pietà di mio figlio. Egli è epilettico e soffre molto; cade spesso nel fuoco e spesso anche nell'acqua; l'ho già portato dai tuoi discepoli, ma non hanno potuto guarirlo". E Gesù rispose: "O generazione incredula e perversa! Fino a quando starò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatemelo qui". E Gesù gli parlò minacciosamente, e il demonio uscì da lui e da quel momento il ragazzo fu guarito.
Allora i discepoli, accostatisi a Gesù in disparte, gli chiesero: "Perché noi non abbiamo potuto scacciarlo?". Ed egli rispose: "Per la vostra poca fede. In verità vi dico: se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile." »
(Matteo 17:14-20)

Alcune versioni (C.E.I., ecc.) chiamano il ragazzo "epilettico" perché i sintomi erano simili a quelli che vediamo nell'epilessia moderna. Ma i sintomi a volte possono derivare da più di una causa. In questo caso, era coinvolto un demone.

Significato della guarigione[modifica]

Questa guarigione sembra avere due lati. Gesù liberò il ragazzo dal demonio. Guarì anche fisicamente il ragazzo, perché il ragazzo era precedentemente caduto nel fuoco e nell'acqua. Questi due lati implicano che questo miracolo va di pari passo con miracoli di esorcismo e miracoli di guarigione fisica. Come abbiamo visto, parlando di esorcismi e guarigioni fisiche, che entrambi i tipi di miracoli sono segni del regno.

Cosa spicca in questo caso di guarigione? Il brano richiama l'attenzione sul tema della fede. I discepoli non furono in grado di guarire il ragazzo "a causa della vostra poca fede" (Matteo 17:20). Quindi questo passo risuona anche con altri brani che si concentrano sulla fede, come la guarigione del servo del centurione (8:5-13; Capitolo 13), la donna con flusso di sangue (9:18-26; Capitolo 18), i due ciechi (9:27-31; Capitolo 19), camminando sulle acque (14:28-33; Capitolo 26), e la liberazione della figlia della cananea (15:21-28; Capitolo 28). In questo caso, però, sono i discepoli a mancare di fede, non le persone che cercano di essere guarite.

Possiamo riassumere il ruolo chiave della fede usando il Triangolo di Clowney (cfr. fig. 46).

Applicazione[modifica]

Un'applicazione centrale per questa storia è nell'incoraggiare la fede. Gesù è il Salvatore. Ma dobbiamo essere uniti a lui per ricevere i benefici della sua salvezza. Questa unione avviene per fede. Quindi la storia ci chiama a riporre la nostra fede in Cristo, e solo in lui: neanche gli apostoli possono offrire un sostituto adeguato a questa fede in Gesù.

Colmar StMatthieu 42.JPG
Ingrandisci
Gesù guarisce un ragazzo indemoniato, Église protestante Saint-Matthieu de Colmar, France (XIV sec.)
Searchtool.svg Per approfondire, vedi Noli me tangere, Ecco l'uomo e Serie cristologica.