Italiano/Complementi diretti

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

Archives (2).png Obiettivi di apprendimento

  • Comprendere cos'è un complemento diretto
  • Saper riconoscere il complemento oggetto
  • Saper riconoscere i complementi predicativi

I complementi diretti sono espansioni che si collegano direttamente al predicato, senza bisogno di nessun altro elemento linguistico.

Nella grammatica italiana ci sono tre complementi diretti: il complemento oggetto, il complemento predicativo del soggetto e il complemento predicativo dell'oggetto.

Complemento oggetto[modifica]

Il complemento oggetto, detto anche espansione diretta, precisa l'oggetto dell'azione o dell'esperienza espressa dal verbo, unendosi direttamente al verbo senza l'aiuto di alcuna preposizione.

Ho mangiato la pasta
Hai ritirato i soldi?
L'hai preso!

Solo i verbi transitivi, però, reggono il complemento oggetto perché sono gli unici che permettono il passaggio diretto dell'azione del predicato dal soggetto all'oggetto. Per esempio:

Il nonno ha comprato lo yogurt.

I verbi intransitivi, viceversa, non accettano mai il complemento oggetto.

Complemento predicativo del soggetto[modifica]

Il complemento predicativo del soggetto è un nome o un aggettivo che si riferisce al soggetto, con cui concorda morfologicamente, ma che dipende dal predicato verbale.

È stato soprannominato secchione per il suo interesse nello studio
Sono stato giudicato colpevole di crimine che non ho commesso
Alessandro venne soprannominato il grande.

Il predicativo del soggetto si incontra con le forme passive dei verbi

  • appellativi (chiamare, soprannominare, ecc.),
  • elettivi (eleggere, nominare, ecc.),
  • estimativi (stimare, giudicare, ecc.),
  • effettivi (rendere, far diventare, ecc.).

Complemento predicativo dell'oggetto[modifica]

Il complemento predicativo dell'oggetto è invece un nome o un aggettivo che si riferisce all'oggetto, con cui concorda morfologicamente, ma che dipende dal predicato verbale.

Considero Alessandro inaffidabile.
Hai reso felice Marta.
I parlamentari elessero Enrico De Nicola presidente.

Il predicativo dell'oggetto si incontra con gli stessi verbi che hanno il predicativo del soggetto, però in forma attiva.