LibreOffice Writer/Numerare le pagine: gli stili di pagina

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
A. Introduzione
PrefazioneLibreOffice Writer/Prefazione
Nozioni GeneraliLibreOffice Writer/Nozioni Generali
B. Gli strumenti base
  1. Configurare l'interfaccia di LibreOfficeLibreOffice Writer/Configurare l'interfaccia di LibreOffice
  2. Commenti e controllo delle versioniLibreOffice Writer/Commenti e controllo delle versioni
  3. Stili e modelli in WriterLibreOffice Writer/Stili e modelli in Writer
  4. Numerare le pagine: gli stili di paginaLibreOffice Writer/Numerare le pagine: gli stili di pagina
  5. Organizzare e numerare i capitoliLibreOffice Writer/Organizzare e numerare i capitoli
  6. Immagini incorporate e collegateLibreOffice Writer/Immagini incorporate e collegate
C. Dare forma al contenuto
  1. Configurare l'indice generaleLibreOffice Writer/Configurare l'indice generale
  2. Elenchi numerati e puntatiLibreOffice Writer/Elenchi numerati e puntati
  3. Note a piè di pagina e note di chiusuraLibreOffice Writer/Note a piè di pagina e note di chiusura
  4. Le sezioniLibreOffice Writer/Le sezioni
  5. Testo in colonneLibreOffice Writer/Testo in colonne
  6. Usare le tabelle in WriterLibreOffice Writer/Usare le tabelle in Writer
  7. Le corniciLibreOffice Writer/Le cornici
  8. Correzione automatica e testo automaticoLibreOffice Writer/Correzione automatica e testo automatico
D. Strumenti avanzati
  1. Il navigatoreLibreOffice Writer/Il navigatore
  2. Campi, riferimenti incrociati e affiniLibreOffice Writer/Campi, riferimenti incrociati e affini
  3. Il database bibliograficoLibreOffice Writer/Il database bibliografico
  4. Introduzione ai documenti masterLibreOffice Writer/Introduzione ai documenti master
  5. MathLibreOffice Writer/Math
  6. DrawLibreOffice Writer/Draw
  7. Presentare dati graficamente: ChartLibreOffice Writer/Presentare dati graficamente: Chart
  8. Trovare e sostituire: le espressioni regolariLibreOffice Writer/Trovare e sostituire: le espressioni regolari
  9. Automatizzare processi: il registratore di macroLibreOffice Writer/Automatizzare processi: il registratore di macro
  10. Conformità registroLibreOffice Writer/Conformità registro
  11. Proprietà tipografiche avanzateLibreOffice Writer/Proprietà tipografiche avanzate
  12. EstensioniLibreOffice Writer/Estensioni
  13. Configurare la correzione ortograficaLibreOffice Writer/Configurare la correzione ortografica
  14. Writer, PDF e le immagini vettorialiLibreOffice Writer/Writer, PDF e le immagini vettoriali
E. Problemi e soluzioni
  1. Problemi sempliciLibreOffice Writer/Problemi semplici
  2. Problemi mediLibreOffice Writer/Problemi medi
  3. Problemi difficiliLibreOffice Writer/Problemi difficili
F. Appendice
Esempi e temi variLibreOffice Writer/Esempi e temi vari

Il modo con cui si deve applicare la numerazione delle pagine in Writer è diverso che in altri programmi e per alcune persone può pure sembrare complicato, ma attenzione, che questa solo apparente difficoltà ci dona uno strumento incredibilmente versatile: gli stili di pagina.

Preliminari: il numero di pagina come «campo»[modifica]

Anche se il numero di una pagina è una proprietà di essa, in Writer il modo di mostrare questo numero non lo è.

I numeri di pagina in Writer si presentano tramite un «campo» (torneremo su questo nel capitolo D.2 a pagina 159): Inserisci → Numero di pagina o dal menù a tendina del bottone Inserisci campo che si trova sulla barra degli strumenti standard. In linea di principio è possibile collocare questo campo in qualsiasi posto del documento, il che può sembrare strano, ma è una delle basi della flessibilità del sistema.

Riga di intestazione e piè pagina / stili di pagina[modifica]

Evidentemente, il posto dove il numero di pagina risulta più utile è nella riga d'intestazione o nel piè di pagina.

Come già commentato nel capitolo precedente, gli stili di pagina permettono di organizzare le nostre pagine in «categorie», ognuna delle quali avrà delle caratteristiche proprie. Possiamo, per esempio, definire come saranno le pagine per l'indice generale, per la prima pagina di ogni capitolo, per le pagine che seguono la prima, per le appendici... quello che è necessario per la struttura del nostro documento e potremo definire/modificare le caratteristiche di un gruppo senza disturbare gli altri.

IMPORTANTE: Non esiste formattazione diretta per le pagine come per i paragraf o per i caratteri,[1] si possono soltanto utilizzare gli stili.

Nell'editore di stili e formattazione, facciamo un clic sul quarto bottone in alto: Stili di pagina. Ci sono lì diversi stili predefiniti che si possono modificare a volontà (clic destro → Cambia), o semplicemente si può crearne uno nuovo (clic destro → Nuovo). In entrambi casi la riga d'intestazione/piè di pagina per quello stile in particolare si può attivare o disattivare nelle corrispondenti schede (Riga d'intestazione e Piè di pagina) del quadro che si presenta. Lì risulta anche possibile scegliere di avere (o no) contenuto diverso nelle pagine sinistre/destre, il che permette di costruire velocemente documenti di struttura molto complessa con un numero contenuto di stili di pagina. Una caratteristica sommamente importante è che nella scheda Gestione si può scegliere lo «stile seguente » lo stile che stiamo definendo/modificando e che perciò è possibile riuscire a far si che Writer applichi in forma automatica una successione di stili diversi: per esempio che la prima pagina di ogni capitolo presenti il numero di pagina centrato al piè (stile di pagina «Prima pagina») e venga seguita da pagine che presentino il numero (e possibilmente altre informazioni quali il nome del capitolo o sezione, e con contenuto alternato tra pagine pari e dispari) nella riga d'intestazione.

Nella scheda Pagina è possibile definire le dimensioni della pagina, i margini, l'orientamento, il tipo di numerazione (l'opzione Formato: arabico, romano.), se la pagina sarà uguale per numeri pari e dispari o dovrà rispecchiare i margini (l'opzione Layout di pagina) per lasciare spazio alla rilegatura.

È anche possibile attivare, senza aprire la configurazione dello stile, la riga d'intestazione/piè di pagina per qualsiasi stile di pagina utilizzato nel documento dal menù Inserisci → Intestazione e piè di pagina → Riga d'intestazione (Piè di pagina) dove si vedrà una lista degli stili di pagina disponibili nel documento con a sinistra una casella che indicherà su quali la riga d'intestazione (piè) di pagina è abilitata.

Una volta definito/modificato lo stile di pagina per incorporare la riga d'intestazione o piè di pagina necessaria è possibile applicare quello stile a una pagina qualsiasi nella quale si trova il cursore facendo doppio clic sul nome dello stile. Si deve tener presente che se non esiste un'interruzione pagina quello stile verrà applicato a tutte le pagine che precedono e che seguono la pagina scelta. Più avanti vedremo come controllare questo.

Per fare esperimenti (sempre in documenti nuovi!) con gli stili di pagina è utile ricordare che risulta possibile riempire pagine rapidamente utilizzando degli «autotesti» (parleremo di loro nel capitolo C.8 a pagina 145): scrivendo te (oppure lorem) e poi premendo F3 saranno introdotti dei testi d'esempio.

Una cosa che di solito genera confusione nei nuovi utenti di Writer è che nella definizione dello stile di pagina si può determinare che questo presenti o meno la riga d'intestazione o piè di pagina, ma non risulta possibile decidere il contenuto di questi spazi: questo contenuto si deve applicare nella pagina.

Una volta applicato lo stile potremo vedere la sua riga d'intestazione/ piè di pagina in attesa di contenuto. Con un clic lì ci rimane soltanto di incorporare l'informazione opportuna: per esempio, il campo Numero di pagina...

In modo predefinito le righe d'intestazione/piè di pagina utilizzano stili particolari (chiamati Intestazione, Intestazione sinistra/destra, eccetera) i quali hanno due tabulazioni, una in centro dell'area del testo con allineamento centrato e l'altra a destra con allineamento a destra. Questi tabulatori ci permettono di inserire il contenuto e allinearlo in forma semplice. Per esempio, si può inserire il campo del numero di pagina a sinistra, premere TAB (il cursore salta alla metà della riga) e inserire il nome dell'autore o un campo che indichi il titolo del capitolo attuale (torneremo su questo nel capitolo D.2 a pagina 159).

È importante notare che per completare il contenuto della riga d'intestazione/piè di pagina di ogni stile particolare sarà necessario applicare lo stile almeno una volta e che se si usa un contenuto diverso in pagine pari/dispari sarà necessario applicare lo stile ad almeno due pagine consecutive. Definito il contenuto questo rimarrà anche se si cancellano tutte le pagine che usano quello stile.

Applicare gli stili di pagina[modifica]

Ci sono diversi modi di applicare una sequenza di stili di pagina. Il primo è tramite l'opzione Stile successivo nella definizione degli stili: si applica uno stile alla prima pagina (doppio clic sul nome dello stile) e gli altri seguono automaticamente per le pagine seguenti. Se si vuole uscire di questa sequenza (per esempio, all'inizio di un nuovo capitolo), è necessario inserire un'interruzione pagina. Le interruzioni pagina si possono applicare con Inserisci → Interruzione manuale, selezionando Interruzione di pagina e prendendo lo stile desiderato nel menù a tendina corrispondente. Risulta importante notare la casella Cambia numero di pagina, la quale permette di reinizializzare la numerazione delle pagine nel momento che si vuole.

In questo modo risulta possibile, per esempio, inserire una pagina con orientamento orizzontale tra due pagine verticali: semplicemente si applica l'interruzione di pagina due volte, una prima e una dopo la pagina «anomala».

Le interruzioni di pagina si possono automatizzare associandole a un determinato stile di paragrafo (più dettagli nel capitolo B.3.1.1 a pagina 51). Se, per esempio, risulta necessario che ogni capitolo inizi in una pagina nuova e se viene utilizzato lo stile «Titolo 1» per indicare il titolo del capitolo, modificando questo stile di paragrafo nella scheda Flusso di testo esiste una sezione chiamata Interruzioni: sotto Inserisci si seleziona: Tipo «Pagina», Posizione «Prima», Con stile di pagina (si prende quello che ci serve) e se risulta opportuno si cambia il numero di pagina (zero vuol dire «senza cambiare il numero»). È proprio così che l'inizio di ogni capitolo in questo libro viene definito.

Cambiare il numero di pagina[modifica]

Anche se indirettamente considerato nella sezione precedente questa risulta una domanda così ricorrente che merita una sezione propria: come si fa che la pagina 5 diventi la pagina 1?

Si deve introdurre un'interruzione di pagina con cambio di stile pagina e lì cambiare il numero. Per questo esistono due metodi:

Sotto Inserisci → Interruzione manuale → selezionare Interruzione di pagina → selezionare uno Stile di pagina dalla lista (può anche essere quello di prima!) → marcare Cambia numero di pagina e scegliere il numero desiderato.

Se esiste già l'interruzione (per esempio, perché lo stile di paragrafo della pagina seguente introduce automaticamente un'interruzione di pagina), sul primo paragrafo della pagina seguente si fa clic destro → Paragrafo (oppure Formato → Paragrafo) → scheda Flusso di testo → nella sezione Interruzioni si attiva l'opzione Inserisci e si seleziona: Tipo «Pagina», Posizione «Prima», Con stile di pagina (si prende quello che ci serve) e si cambia il numero di pagina (zero vuol dire «senza cambiare il numero»).

È importante sottolineare questo concetto: uno stile di paragrafo può introdurre un'interruzione pagina in forma automatica. Questo, insieme alla possibilità di cambiare il numero di pagina, ci permette di costruire per esempio una numerazione molto diffusa in certi tipi di manuali (non questo, certamente...), cioè «numero di capitolo» − «numero di pagina», dove «numero di pagina» inizia da 1 per ogni nuovo capitolo: sarà sufficiente introdurre i corrispondenti campi nella riga d'intestazione/piè di pagina.

Cambiare il tipo di numerazione[modifica]

Potrebbe essere necessario utilizzare numeri romani, o addirittura lettere, per numerare pagine speciali quali quelle dell'indice generale. Il modo più sicuro di realizzare questo è già stato accennato sopra ed è come segue: nella scheda Pagina dello stile di pagina che ci interessa e sotto Impostazioni layout → Formato si sceglie il tipo di numerazione desiderata.

Visibilità delle interruzioni di pagina[modifica]

Figura 18: Modificare un'interruzione pagina

LibO ha risolto con una certa eleganza il problema della visibilità delle interruzioni di pagina che a suo tempo ereditò da OOo. In sostanza fa vedere una riga tratteggiata fra entrambe le pagine e mantenendo il cursore su questa linea compare un bottone che ci permette di aprire un menù con delle opzioni per modificare l'interruzione considerata.

Qui però dobbiamo essere attenti a un «problema concettuale» che potrebbe confondere i nuovi utenti: le interruzioni di pagina sono in realtà una proprietà di un paragrafo, non della pagina in sé, perciò con questo menù si perde un po di vista il vero «responsabile» dell'interruzione. Infatti, risulta ugualmente semplice arrivare a modificare l'interruzione con un clic destro sul paragrafo che viene immediatamente dopo.

Però una volta che conosciamo «la verità» quello che risulta più importante è che finalmente le interruzioni di pagina sono semplici da visualizzare: evviva!

Note[modifica]

  1. Da un punto di vista tecnico neppure lì... torneremo su questo parlando della struttura di un file odt a pagina 289.