Software libero a scuola/Gestore dei pacchetti

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro

Introduzione[modifica]

Le distribuzioni Linux sono composte da pacchetti (packages), ed ognuno di essi contiene una specifica applicazione o componente. Ogni versione linux ha un proprio programma per la gestione dei pacchetti. Nelle versioni Linux basate su Debian (Ubuntu, Kubuntu, Lubuntu, Ubuntu Mate, Linux Mint...), che a tutt'oggi sono le più diffuse, i pacchetti vengono gestiti da un particolare programma: Synaptic. Attraverso il Gestore di pacchetti Synaptic, che si trova nella sezione Preferenze potrai installare nuove applicazioni.

Avviare l'applicazione[modifica]

Nella tua installazione Linux troverai il programma Synaptic nella sezione Preferenze. Premi il bottone Gestisci pacchetti.

Aggiungere un programma[modifica]

Per aggiungere un programma dopo aver avviato Synaptic dovrai:

  • Scegliere Sistema -> Amministrazione -> Gestore pacchetti Synaptic. Se richiesto, inserire la propria password.
  • Fare clic su Cerca per cercare un'applicazione oppure fare clic su Sezioni e cercare il programma tra tutte le categorie.
  • Fare clic col pulsante destro del mouse sull'applicazione da installare e selezionare Marca per l'installazione.
  • Se viene richiesto di selezionare ulteriori programmi per l'installazione, fare clic su Marca.
  • Selezionare tutte le applicazioni da installare.
  • Fare clic su Applica e quindi nuovamente su Applica nella finestra che appare. Le applicazioni scelte vengono scaricate e installate.

Per imparare dettagliatamente come si gestiscono i pacchetti ti consigliamo di consultare la guida di Ubuntu.

Dopo la prima installazione[modifica]

La prima operazione da fare al primo avvio è quella di aggiornare il sistema e i pacchetti installati. In una normale distribuzione verrà indicato come fare tramite un avviso automatico di aggiornamento. In una installazione a scuola con un sistema basato su Ubuntu o Sodilinux, è consigliato installare questi pacchetti che non sono disponibili per motivi di licenza:

  • ttf-mscorefont-installer
  • ubuntu-restricted-addons
  • ubuntu-restricted-extras

I pacchetti sono reperibili dall'applicazione Gestore pacchetti Synaptic come indicato sopra. Per i più temerari è possibile installare i pacchetti necessari usando il terminale.

Una volta aperta la finestra di Terminale (avviabile dal menu -> strumenti di sistema -> terminale oppure con la combinazione di tasti ctrl+alt+t), i comandi da inserire nella shell sono i seguenti:

$sudo apt install ttf-mscorefonts-installer ubuntu-restricted-addons ubuntu-restricted-extras

Installazione apt-cacher-ng in una LAN[modifica]

Una applicazione server utile se si devono installare software nei pc di una scuola può essere apt-cacher-ng che permette di ottenere i pacchetti da installare scaricandoli dalla rete una sola volta, cosa che fa rispsarmiare tempo e banda, soprattutto quandfo si stratta di grosse quantità di dati, ed esempio per gli aggiornamenti.

Installazione server[modifica]

Per installare apt-cacher-ng server sarà necessario installare il pacchetto con:

 sudo apt install apt-cacher-ng

Ora bisognerà modificare il file di configurazione che si trova sotto /etc/apt-cacher-ng/acng.conf:

 CacheDir: /var/cache/apt-cacher-ng
 LogDir: /var/log/apt-cacher-ng
 Port:3142
 BindAddress: 0.0.0.0
 ReportPage: acng-report.html
 VerboseLog: 1
 PidFile: /var/run/apt-cacher-ng/pid
 ExTreshold: 4

Ed infine riavviare il server con il comando

 systemctl restart apt-cacher-ng.service

Utilizzo su clients[modifica]

Per l'utilizzo sul client sarà necessario modificare o creare il file /etc/apt/apt.conf aggiungendo

 Acquire::http::Proxy "http://ip:port";

di default la porta è 3142

per vedere se è stato fatto tutto correttamente lanciare il comando:

 sudo apt update

Problemi e soluzioni[modifica]

Mancato aggiornamento dovuto al proxy http del server zentyal[modifica]

L'impostazione http-proxy transparent sul server Zentyal impediva l'aggiornamento dei pacchetti sul seserver apt-cacher-ng, e di conseguenza su tutti i client, rendendo irraggiungibili i siti http, ma tutti gli https continuavano a funzionare, cosa rilevabile anche con un browser. Tolta l'impostazione http proxy transparent da zentyal l'aggiornamento è stato possibile.