Costigiola/Fragola

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search

La fragolina di bosco (Fragaria vesca) è una pianta di piccole dimensioni con frutti molto piccoli e molto profumati. La fragola di campo è a frutto piccolo e medio, più adatta per la preparazione di macedonie e conserve, mentre quella di bosco si conserva più a lungo, poiché più consistente. Le fragole oggi comunemente coltivate sono ibridi derivanti dall'incrocio tra varietà europee e varietà americane.

Cresce nei boschi, nelle radure e nei luoghi erbosi, dal piano a 1800 m.

Come posso riconoscere questa pianta?[modifica]

Per fragola si intendono i frutti (in realtà si tratta di un frutto aggregato) delle piante del genere Fragaria a cui appartengono molte specie differenti.

Comunemente con questo termine si intende la parte commestibile della pianta: anche se le fragole sono considerate dei frutti dal punto di vista nutrizionale, non lo sono dal punto di vista botanico: i frutti veri e propri sono i cosiddetti acheni ossia i semini gialli che si vedono sulla superficie della fragola. La pianta si propaga attraverso gli stoloni, ramificazioni laterali radicanti per mezzo delle quali può produrre nuovi cespi che sono di fatto cloni dello stesso individuo vegetale.

Come viene utilizzata?[modifica]

Le fragole sono dotate di un buon contenuto calorico a causa dell'elevato tenore zuccherino; sono anche un'eccellente fonte di vitamine A, B1, B2, e soprattutto C, oltre che di fosforo, calcio, ferro, pectine, flavonoidi e acido salicilico.

Innumerevoli sono le ricette che prevedono l'utilizzo delle fragole. Il modo più semplice, una volta che mi hai raccolto qualche manciata, è quello di condividere con i tuoi amici dopo averle lasciate macerare un po' con zucchero e succo di limone. Nel bicchiere dei tuoi capi aggiungi un goccetto di vino bianco.

Puoi utilizzare le fragoline di bosco anche per profumare e decorare gelati, macedonie e torte alla frutta o ricoperte di crema o di panna.

Con le foglie della fragola selvatica puoi anche preparare gradevoli tisane primaverili: le foglie vanno staccate prima della fioritura, e, se non si usano fresche, vanno fatte asciugate all'ombra.

Nella farmacologia popolare

Conosciuta in erboristeria per la sua azione rinfrescante, diuretica e astringente, la fragola svolga anche un'azione antireumatica, antinfiammatoria e depurativa del sangue, grazie alla presenza di un principio attivo, l'acido acetilsalicilico, lo stesso che trovi nell'aspirina.

Dove la trovi a Costigiola[modifica]

Ai margini di tratti di sentiero; una vasta macchia di piante la trovi nel tratto incolto al di sotto dei prati in cui vengono piantate le tende.

Inverno[modifica]

Primavera[modifica]

Alla fine di aprile le piantine si coprono di fiori e tre-quattro settimane dopo maturano i frutti.

Estate[modifica]

Autunno[modifica]

Riferimenti[modifica]

Piante presenti a Costigiola

Alberi: Acero campestre (Opio) · Bagolaro · Biancospino · Carpino bianco (Càrpane) · Carpino nero (Carpanéa) · Ciliegio · Ciliegio canino · Corniolo · Fico · Gelso (Moraro) · Ligustro · Nocciòlo · Olivo · Olmo campestre · Orniello · Pruno selvatico · Robinia (Cassia) · Rovere · Roverella
Arbusti: Dondolino · Edera · Pungitopo · Rosa canina (Stropacu'i) · Rovo (Russa) · Scotano · Vitalba, Clematide (Visoni)
Erbe: Acetosa · Aglio orsino · Anemone · Anemone di bosco · Anemone gialla · Anemone fegatella (Erba Trinità) · Camomilla · Colombina cava (Ga'éti) · Ciclamino · Dente di cane · Elleboro verde · Falsa ortica (Ciuci) · Fragola · Geranio selvatico · Latte di gallina · Malva · Piantaggine · Pimpinella · Polmonaria · Pratolina · Primula · Salvia dei prati · Scilla · Stellaria garofanina · Tamaro (Tanoni) · Tarassaco, Dente di leone, Soffione (Pissacàn) · Vedovelle celesti · Vedovina · Veronica · Viola
Muschi e licheni