Latino/Infinito

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Regole fondamentali
Morfologia
  1. Le 5 declinazioni
    1. Origini delle 5 declinazioniLatino/Origini delle 5 declinazioni
    2. PrimaLatino/Prima declinazione
    3. SecondaLatino/Seconda declinazione
    4. TerzaLatino/Terza declinazione
    5. QuartaLatino/Quarta declinazione
    6. QuintaLatino/Quinta declinazione
  2. Aggettivi
    1. Prima classeLatino/Aggettivi di prima classe
    2. Seconda classeLatino/Aggettivi di seconda classe
    3. ComparativoLatino/Grado comparativo
    4. SuperlativoLatino/Grado superlativo
    5. Numerali
  3. Pronomi
    1. Pronomi personaliLatino/Pronomi personali
    2. Pronomi relativiLatino/Pronomi relativi
    3. Aggettivi e pronomi possessivi
    4. Aggettivi e pronomi indefinitiLatino/Aggettivi e pronomi indefiniti
    5. Aggettivi e pronomi dimostrativiLatino/Aggettivi e pronomi dimostrativi
  4. Il verbo
  5. Parti invariabili del discorso
    1. Formazione degli avverbiLatino/Formazione degli avverbi
    2. Classificazione degli avverbi
    3. PreposizioniLatino/Preposizioni
    4. CongiunzioniLatino/Congiunzioni
    5. Interiezioni
Sintassi
  1. Sintassi di baseLatino/Sintassi di base
  2. Sintassi dei casiLatino/Sintassi dei casi
    1. NominativoLatino/Nominativo
    2. GenitivoLatino/Genitivo
    3. DativoLatino/Dativo
    4. AccusativoLatino/Accusativo
    5. VocativoLatino/Vocativo
    6. AblativoLatino/Ablativo
  3. Analisi del periodo
    1. Subordinata relativaLatino/Subordinata relativa
    2. Subordinata finaleLatino/Subordinata finale
    3. Completiva volitivaLatino/Completiva volitiva
  4. Periodo ipoteticoLatino/Periodo ipotetico
Appendice

Il latino ha tre tempi per il modo infinito: presente, perfetto e futuro. I primi due si traducono rispettivamente con gli infiniti presente e passato italiani; la traduzione del terzo verrà affrontata nel capitolo dedicato alle subordinate infinitive.

Il passivo si può formare, ovviamente, solo dai verbi transitivi.

Infinito perfetto[modifica]

L'attivo si forma dal tema del perfetto + isse. Il passivo si forma con il participio perfetto in caso accusativo e con l'infinito presente di sum, esse.

Coniugazione Attivo Passivo
1 amavisse avere amato amatum, am, um, os, as, a esse essere stato amato
2 monuisse avere ammonito monitum, am, um, os, as, a esse essere stato ammonito
3 misisse avere mandato missum, am, um, os, as, a esse essere stato mandato
4 audivisse aver udito auditum, am, um, os, as, a esse essere stato udito

Infinito futuro[modifica]

L'attivo si forma con il participio futuro e con l'infinito presente di sum, esse. Il passivo si forma con il supino (registrato nel paradigma) + iri (derivato dal verbo eo).

Coniugazione Attivo Passivo
1 laudaturum, am, um, os, as, a esse laudatum iri
2 moniturum, am, um, os, as, a esse monitum iri
3 missurum, am, um, os, as, a esse missum iri
4 auditurum, am, um, os, as, a esse auditum iri
  • Alcuni verbi, nel loro paradigma, sono privi del supino. Possono formare l'infinito futuro se possiedono il participio futuro, in genere registrato nel paradigma in assenza del supino.
  • Il verbo sum all'infinito futuro fa futurus, a, um, i, ae, a esse o semplicemente fore (invariabile).

Infinito storico o narrativo[modifica]

L'infinito presente si può trovare anche in frasi indipendenti; in italiano si traduce di solito con l'indicativo imperfetto.

Puer domi manere et librum legere.
Il bambino rimaneva a casa e leggeva un libro.