Carmina (Catullo)/109

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro


Testo[modifica]

(LA)
« 

Iucundum, mea uita, mihi proponis amorem
    Hunc nostrum inter nos perpetuumque fore.
Di magni, facite ut uere promittere possit
    Atque id sincere dicat et ex animo,
Vt liceat nobis tota perducere uita
    Aeternum hoc sanctae foedus amicitiae.

 »
(IT)
« Soave, vita mia, prometti che questo nostro amore,

fra di noi, sarà luminoso e perenne. O grandi Dei, fate che mi possa promettere il vero e che parli sinceramente e dall’animo, così che sia possibile per noi condurre tutta la vita questo patto infinito di sacra amicizia.

 »
(Fonte: → Wikisource )

Note al testo

Analisi stilistica[modifica]

Sintesi della poesia[modifica]

Il tema[modifica]

Il messaggio[modifica]