Carmina (Catullo)/49

Wikibooks, manuali e libri di testo liberi.
Jump to navigation Jump to search
Indice del libro


Testo[modifica]

(LA)
« 

Disertissime Romuli nepotum,
Quot sunt quotque fuere, Marce Tulli,
Quotque post aliis erunt in annis,
Gratias tibi maximas Catullus
Agit pessimus omnium poeta,
Tanto pessimus omnium poeta
Quanto tu optimus omnium [1] patronus.

 »
(IT)
« 

O tu, eloquentissimo tra i discendenti di Romolo,
quanti ne esistono e ne sono esistiti, Marco Tullio,
e a quanti ne esisteranno negli anni in futuro,
ti rivolge grandissimi ringraziamenti Catullo,
il peggior poeta fra tutti tanto,
quanto tu il miglior avvocato di tutti.

 »
(Fonte: → Wikisource )

Note al testo

  1. il genitivo omnium è ambiguo: può essere riferito a optimus, ma anche a patronus

Analisi stilistica[modifica]

Sintesi della poesia[modifica]

Il tema[modifica]

Il messaggio[modifica]